Psicosomatica

Sin da quanto è nata la psicologia è stato evidente come la psiche, la mente influenzi il soma, il corpo, i disturbi del corpo non sono più solo il frutto di disfunzioni organiche ma sono influenzati dal malessere psichico esperito dalla persona, stiamo parlando di malattia psicosomatica.

I sintomi psicosomatici sono determinati dalla presenza di forte stress, da ansia patologica, da paura costante o a un forte disagio che coinvolgono il sistema nervoso autonomo che a sua volta risponde con reazioni vegetative che portano alla manifestazioni di problemi fisici, come:

  • disturbi dell'apparato gastrointestinale: quali nausea, meteorismo, vomito, diarrea, colite, ulcera, gastrite, intolleranza a cibi diversi;
  • disturbi dell'apparato cardiocircolatorio: quali aritmia, ipertensione, tachicardia;
  • disturbi dell'apparato urogenitale: quali dolori e/o irregolarità mestruali, disfunzioni dell'erezione e/o dell'eiaculazione, anorgasmia, enuresi;
  • disturbi dell'apparato muscolare: quali cefalea, crampi, torcicollo, mialgia, artrite;
  • disturbi della pelle: quali acne, psoriasi, dermatite, prurito, orticaria, secchezza cutanea e delle mucose, sudorazione eccessiva;

Il meccanismo che sta alla base dei disturbi psicosomatici è la necessità delle emozioni di trovare uno sbocco per poter essere sentite e vissute come tali. Le emozioni negative, come il risentimento, il rimpianto, la rabbia e la preoccupazione possono mantenere il sistema nervoso autonomo (sistema simpatico) in uno stato di eccitazione e il corpo in una condizione di emergenza continua, a volte per un tempo più lungo di quello che l'organismo è in grado di sopportare, questo stato di attivazione persistente può provocare dei danni agli organi più deboli.

Il trattamento dei disturmi psicosomatici:

Quando sono presenti problematiche psicosomatiche la psicoterapia si affianca alle cure mediche come sostegno alle stesse e ha un duplice obiettivo:

  • fornire un intervento circoscritto alla situazione attuale che produce stress e disagio;
  • favorire l'elaborazione del vissuto emotivo ed aiutare la persona a risolvere il conflitto interno che sta attraversando.