Training Autogeno

Il training autogeno è conosciuto  in tutto il mondo come "tecnica di rilassamento", è un metodo di aiuto psicosomatico, elaborato dallo studioso di origine berlinese J.H. Schultz, utilizzato in ambito clinico per il controllo dello stress, nella gestione delle emozioni e nelle patologie con base psicosomatica.  Dal suo stesso fondatore è stato definito come un "metodo di autodistensione da concentrazione psichica".

Tale tecnica  se praticata correttamente e costantemente, può consentire di raggiungere un'autosuggestione ed un addestramento al cambiamento psicofisico, migliora il contatto con se stessi e rappresenta una risorsa dalle immense potenzialità per aiutare la mente sia a migliorare le quotidiane performances che ad alleviare disagi psicosomatici di vario tipo.

Adolescenti

Per l'adolescente il Training Autogeno è una sorta di ginnastica mentale. L'allenamento  insegna a raggiungere uno stato di calma psichica e rilassamento, aiuta a sviluppare le potenzialità e le attitudini presenti nel soggetto stesso.

L'apprendimento di questa tecnica può essere utile per migliorare la capacità di memorizzazione e di concentrazione, il rendimento scolastico, migliora l'autostima e favorisce un maggior controllo emotivo in particolar modo riguardo alle presenza di paure e  timidezza, utile quando sono presenti  problemi legati al rapporto interpersonale.

Adulti

La pratica del Training Autogeno per l'adulto ha come finalità un maggior controllo dello stress, dell'ansia, una riduzione generale della tensione emotiva e il recupero delle energie.

L'apprendimento di questa tecnica è utile inoltre nella cura dell' insonnia, emicrania, asma, ipertensione, attacchi di panico e in tutte quelle patologie dove l'aspetto psicosomatico sia rilevante.

Sport

Il Training Autogeno in ambito sportivo è utilizzato per la preparazione mentale degli atleti, riguarda sia intere squadre sportive (di calcio basket, pallacanestro, pallanuoto) che atleti che praticano sport individuali. Gli esercizi risultano utilissimi per un buon svolgimento della performance. La tecnica permette di superare l'ansia d'attesa e pre-agonistica, migliorare la concentrazione, ridurre il ritmo respiratorio, compensare l'eventuale riduzione di sonno, riduzione dell'aggressività e maggior distacco dai problemi, diminuire i rischi di contratture, ottenere più scioltezza nelle competizioni, migliorare l'efficienza psico-fisica e le capacità intuitive e d'anticipazione, ottenere una maggior aderenza alla realtà.

Contattami e fissa un appuntamento